PSC Euromedical

Vai ai contenuti

Menu principale:

FAQ Aerosolterapia

Utilità

Cos’è l’aerosolterapia?
L’aerosolterapia è un metodo di cura e prevenzione che consiste nel nebulizzare un farmaco fino allo stato di sol (sospensione) in modo da consentire la sua inalazione nell'apparato respiratorio.

Come funziona l’aerosolterapia?
Le particelle del farmaco nebulizzato penetrano nell'apparato respiratorio, si disperdono e si depositano ovunque, anche nei punti più piccoli e difficili da raggiungere come gli alveoli polmonari. Più piccole sono le particelle, maggiore è la loro penetrazione nell’apparato respiratorio inferiore (bronchi e polmoni) e maggiore è l’efficacia terapeutica della cura. Per le vie aeree superiori, invece, le particelle devono avere una grandezza (granulometria) maggiore in modo che si depositino nelle cavità nasali. E quindi molto importante utilizzare ampolle diverse, in grado di nebulizzare particelle adeguate alla deposizione negli organi malati.

Quale deve essere la dimensione delle particelle per poter consentire al farmaco di raggiungere le vie aeree?
L'aerosol deve essere composto da particelle di diametro differente a seconda della parte delle vie aeree da trattare. Le particelle devono essere più larghe di 10 micron per trattare le vie superiori, e tra i 2 e i 5 micron per trattare le vie inferiori.

Chi può utilizzare l’aerosolterapia?
L’aerosolterapia può essere utilizzata con facilità e sicurezza in tutte le fasce d’età, anche nella primissima infanzia, ed è particolarmente indicata per i bambini più piccoli non in grado di collaborare e che non sono trattabili con gli altri dispositivi.

Qual è il volume ottimale per eseguire l’aerosolterapia?
Il volume ottimale per l’aerosolterapia è compreso fra 1 e 3 ml. Ma, attenzione: farmaci e dosi devono essere sempre prescritte del medico curante.

Quanto deve durare l’aerosol?
La durata ottimale può variare da 1 a 3 minuti, è in relazione alla concentrazione del farmaco utilizzato, all’età ed alla patologia da curare. Il medico curante è tuttavia l’unico riferimento per prescrivere dosi e durata della terapia.

Con che cosa diluisco il farmaco? Posso utilizzare l’acqua distillata?
Se è necessario diluire il farmaco, è meglio utilizzare la soluzione fisiologica e non acqua distillata o normale.

Posso utilizzare anche due farmaci contemporaneamente?
Con il consiglio e sotto controllo del medico curante è possibile nebulizzare miscele contenenti più di un farmaco.

Come utilizzare il boccaglio, la maschera e la forcella nasale?
Per il trattamento delle vie aeree inferiori è sempre meglio utilizzare la maschera facciale, collegata all’ampolla contenente il farmaco, facendola aderire bene al viso durante l’aerosolterapia. L’ampolla, sia con la maschera che con il boccaglio, produce particelle con dimensioni tra 1 e 5 micron, adatte quindi alla deposizione nelle basse vie respiratorie.
Per il trattamento delle vie aeree superiori, il trattamento di elezione, quindi la soluzione ottimale, è quello con l’utilizzo di Rinowash. Il Rinowash è il primo device endonasale per eseguire l’aerosol delle vie aeree superiori. Infatti, produce particelle aerosoliche > di 10 micron che si localizzano esclusivamente nelle cavità nasali.

Le ampolle e gli accessori possono essere utilizzati da più persone?
E’ preferibile considerare un’ ampolla o una maschera per un singolo paziente. L’ampolla, le maschere ed il boccaglio devono essere lavati e sterilizzati accuratamente ogni volta dopo l’uso e sono pertanto utilizzabili anche da più persone.

È possibile trattare le malattie delle alte vie aeree con l’aerosol ad ultrasuoni?
E’ meglio utilizzare il nebulizzatore ad aria compressa, perché quello ad ultrasuoni non è in grado di produrre particelle di dimensioni adatte alle deposizione nelle vie aeree superiori.Gli apparecchi ad ultrasuoni, inoltre, sono inadeguati a nebulizzare farmaci in sospensione ed hanno lo svantaggio dimostrato scientificamente di raggiungere una temperatura elevata surriscaldando quindi le soluzioni ed alterandone il principio attivo.

Come possono essere pulite e sterilizzate le ampolle?
La pulizia e la disinfezione vanno sempre eseguite quando le ampolle non sono connesse all’apparecchio. E’ importante effettuare entrambe le operazioni dopo ogni terapia e prima dell’uso. Smontare le ampolle e lavare con acqua calda usando un po’ di detersivo non abrasivo e sciacquare sotto acqua corrente. Quando tutte le parti sono state pulite possono essere asciugate con un panno morbido e rimontate. Tutte le componenti delle ampolle, dopo essere state lavate, possono essere immerse in una soluzione disinfettante fredda.

Dove si possono trovare le informazioni per una corretta manutenzione dei prodotti con le avvertenze ed i consigli d’uso?
Ogni prodotto è corredato del relativo Manuale di Istruzione dove, in conformità alle normative Europee, sono dettagliate le caratteristiche tecniche del prodotto e vengono chiaramente illustrate le istruzioni d’uso con le avvertenze necessarie.

Torna ai contenuti | Torna al menu